Stagecoach ordina quarantasei autobus elettrici Adl-Byd per la ScoziaI single e double-decker a batteria verranno costruiti e utilizzati nello stato dell’Unione



Il bus operator britannico Stagecoach, noto per aver dato vita al vettore low cost Megabus.com, ha ordinato quarantasei bus elettrici per i suoi servizi di Tpl nelle città scozzesi di Aberdeen, Perth e Kilmarnock.

L’ordine, di ventiquattro macchine a un piano solo e di ventidue double-decker, è stato aggiudicato ad Alexander Dennis Limited e Byd Uk, grazie ai contributi del governo scozzese nell’ambito di un programma di riduzione delle emissioni inquinanti dei bus. Tale progetto riconosce fondi alle imprese di autoservizi che investono in veicoli elettrici e nelle relative infrastrutture.

Stagecoach riceverà ventidue Adl Enviro 400 Ev a due piani lunghi 10,8 metri che utilizzerà nella città di Aberdeen. Quindici Enviro 200 Ev a un solo piano sono destinati invece alla città di Kilmarnock e hanno una lunghezza di 10,9 metri. Sono infine lunghi 11,6 metri, per offrire maggiore capacità di carico, gli Enviro 200 Ev destinati alla città di Perth.

Gli autobus saranno assemblati nello stabilimento scozzese di Falkirk, garantendo un ritorno dell’investimento sull’economia del territorio. “Questi autobus a zero emissioni saranno costruiti nella nostra fabbrica di Falkirk - ha dichiarato Paul Davie, presidente e direttore generale di Adl - ed è una grande notizia per la Scozia che questo investimento venga reinvestito nell’economia locale, permettendo che i benefici siano percepiti dalle nostre comunità, allo stesso tempo aiutando a sostenere l’occupazione qualificata”.

A queste parole fanno eco quelle di Frank Thorpe, direttore generale di Byd Uk: “La Scozia sta tracciando un sentiero con la diffusione della mobilità elettrica come soluzione di trasporto pubblico e siamo lieti che la partnership Adl-Byd abbia il ruolo di protagonista nella fornitura di veicoli con i nostri modelli a uno e due piani. Grazie al sostegno del governo scozzese e alla collaborazione con i principali operatori come Stagecoach nonché all’accettazione della mobilità elettrica da parte del pubblico, stiamo assistendo a un passaggio decisivo a un sistema di trasporto più sostenibile.

Partner