casa editrice la fiaccola


Scania e Nobina insieme per la guida autonomaIl test con due esemplari di Citywide Lf elettrici inizierà nel 2020


Per la regione dei paesi nordici si annuncia una collaborazione tra giganti per quanto attiene alle sperimentazioni di autobus a guida autonoma.

ll costruttore svedese Scania e la connazionale Nobina, fornitore di servizi nell'area Tpl, opereranno infatti in sinergia per innovare alcune linee di trasporto operative nella zona della capitale Stoccolma

Il progetto si articolerà in due fasi, distinte dalla presenza - non prevista nella prima parte - di passeggeri a bordo. L'inizio è calendarizzato per il 2020, con continua raccolta di dati sia tecnici sia riguardanti la soddisfazione degli utenti.

L'incolumità di chi deciderà di servirsi di quei veicoli sarà garantita da un conducente di linea che viaggerà con loro per mantenere sotto controllo le operazioni ed essere pronto a intervenire in caso di di assistenza richiesta da una qualsiasi delle persone in quel momento presenti sul veicolo. 

Gli esemplari coinvolti dal test saranno due Scania Citywide Lf elettrici - lunghezza 12 metri e capacità complessiva di 80 posti di cui 25 a sedere -, utilizzati per collegare una zona residenziale a una ventina di chilometri da Stoccolma (Barkaby) con la più vicina fermata della metropolitana.

Il percorso, ridisegnato per l'occasione, prevede quattro fermate e copre un'estensione di cinque chilometri, di cui solo circa uno, inizialmente, sarà affrontato ricorrendo alle tecnologie di guida autonoma. La stima formulata indica 300 passeggeri al giorno nel momento del passaggio alla seconda fase della sperimentazione. 

Il complesso abitativo di Barkaby è al centro di una serie dei progetti legati alla digitalizzazione dei servizi di trasporto che beneficiano della collaborazione tra il comune di Järfälla, Nobina e la Regione Stoccolma. L'elenco comprende bus elettrici a guida autonoma di linea e i veicoli più le infrastrutture legate al sistema espresso 'Bus Rapid Transit'.

Karin Rådström, al tempo Head of Buses and Coaches di Scania, ha rilevato che "il progetto su autobus di questa misura è il primo della sua tipologia in Europa" e "fornirà moltissime informazioni per un ulteriore sviluppo di autobus a guida autonoma di grandi dimensioni, prima che questi veicoli vengano introdotti su larga scala sul mercato. Questa tecnologia è ora abbastanza matura perché si possa iniziare la sperimentazione delle attività di trasporto autobus su strade pubbliche."

Partner