Quarantaquattro elettrici Irizar per la BulgariaIl mix prevede trentaquattro rigidi e i restanti snodati



Burgas, città bulgara di duecentomila abitanti, ha ordinato quarantaquattro autobus elettrici Irizar ie. I bus, di cui trentaquattro unità da 12 metri e dieci autosnodati, entreranno nella flotta dell’operatore di trasporto pubblico locale Burgas bus. Nella versione dodecametrica, l’ie bus avrà tre porte e ventisei posti a sedere, di cui quattro per persone a ridotta mobilità e un’area per sedie a rotelle. Per quanto riguarda l’autosnodato, le porte saranno invece quattro e i posti a sedere trentadue, di cui sempre quattro per persone a ridotta mobilità e un’area per sedie a rotelle.

Sempre la Casa spagnola fornirà quarantaquattro caricatori interoperabili Eci-100 costruiti da Jema Energy (azienda del gruppo Irizar). Grazie a un sistema di ricarica intelligente da 100 chilowatt la ricarica avverrà in tre ore utilizzando la presa Combo 2 Ccs. E di nuovo da un’azienda del gruppo, Datik, provengono i sistemi di telemetria grazie ai quali il bus operator potrà monitorare e gestire in tempo reale la propria flotta di veicoli elettrici ottenendo il massimo dal loro funzionamento.

Per settembre 2021 è prevista la consegna delle prime unità.

Partner