casa editrice la fiaccola



La Romania fa il bis sull'elettrico SolarisUn ordine anche dalla città di Craiova, scelto l'articolato 18 metri


Sono sedici gli articolati Urbino 18 Electric che, in base al contratto, saranno a disposizione nella città rumena di Craiova entro massimo il mese di luglio del 2021. La gran parte dei 12 milioni di euro - valore della commessa - sarà coperta con fondi europei.

(descrizione)Si tratta di una vera e propria svolta per questo comune del Sud del Paese che per la prima volta si è orientato su veicoli zero emissioni a batteria. Nell'accordo raggiunto con il costruttore Solaris è stato pertanto necessario includere soluzioni per la ricarica notturna e quelle per un rapido approvvigionamento energetico nel corso dell'orario di operatività dei mezzi (pantografo inverso).

Le batterie High Energy sono collegate a un motore centrale con potenza di 240 kW. Venti i punti di ricarica previsti: quattro pantografi a cui si aggiungono infrastrutture con sistema plug.

Craiova non è la prima località della Romania a convertirsi all'elettrico Solaris, che già si muove in 18 paesi (circa mille le unità vendute). Prima di lei si è già infatti conclusa la consegna di 41 Urbino versione 12 metri a Cluj-Napoca.

I sedici bus di cui all'ultimo ordine prevedono varie dotazioni per consentire un viaggio piacevole agli utenti del servizio, tra cui sistema per l'aria condizionata, accesso Wi-Fi e porte USb per permettere il collegare di device portatili. Sette telecamere manteranno sotto controllo la situazione. Informazioni aggiornate sul percorso saranno visibili attraverso l'apposita soluzione di bordo. Non mancherà un tornello con conteggio degli accessi.

Partner