Grosso ordine di Mercedes-Benz eCitaro in SvizzeraGli urbani elettrici della Stella andranno a Basilea



Mercedes-Benz ha ricevuto un grosso ordine per cinquantaquattro autobus elettrici eCitaro da parte di Basler Verkehrs-Betriebe (Bvb), gestore del trasporto pubblico locale nella città elvetica di Basilea. Sono trentotto da 12 metri triporta e sedici snodati a quattro popte, la cui consegna è prevista per il prossimo anno. “Siamo molto contenti che, dalla primavera 2023, circa la metà della nostra flotta avrà alimentazione elettrica. La nostra flotta di autobus diventerà quindi ancora più rispettosa dell’ambiente, silenziosa e moderna”, con queste parole il direttore di Bvb, Bruno Stehrenberger, ha commentato l’ordine. Frank Scherhag, amministratore delegato di Swiss EvoBus ha aggiunto: ”Siamo molto compiaciuti del fatto che Bvb abbia assegnato a noi il contratto. Ciò conferma l’efficacia dell’eCitaro e dei nostri servizi associati. Ci rende orgogliosi il fatto che saremo in grado di dare un contributo positivo nel rendere la città di Basilea un posto ancora più vivibile”.

I ribassati destinati a Basilea hanno standard tecnici molto elevati. Sia la versione dodecametrica sia l’autosnodato sono equipaggiati con dieci batterie ed entrambi offrono la possibilità della ricarica lenta tramite connettore e rapida via pantografo, con potenza massima di 450 chilowatt in continua. I più alti livelli di sicurezza sono garantiti dal sistema di assistenza alla svolta Sideguard Assist, dall’assistenza alla frenata preventiva Preventive Brake Assist e dal sistema di monitoraggio della pressione delle gomme. In tema con le misure anti-Covid, la postazione di guida è separata dall’area passeggeri da un vetro divisorio con aperture per permettere all’autista di parlare ai passeggeri e di far acquistare biglietti in vettura. 

Grazie a una rete molto fitta di linee, Bvb facilita la mobilità non solo degli abitanti della città ma anche di tutti coloro i quali abitano nella grande area metropolitana di Basilea, congiungendo la città svizzera anche con le confinanti Francia e Germania. Presente nella città elvetica da ben 125 anni, l’azienda è particolarmente lungimirante e intende completare la completa transizione verso l’elettrico in soli due passaggi. Nel corso del prossimo anno entreranno in servizio i primi sessantadue autobus elettrici, cinquantaquattro dei quali saranno appunto eCitaro, mentre nel 2027 è inoltre previsto un ulteriore ordine di sessantaquattro veicoli.

In conseguenza di questa transizione, i depositi, le rimesse e le relative infrastrutture saranno completamente riqualificati. Per ricaricare i veicoli sarà utilizzata esclusivamente energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili e ai capolinea di cinque delle linee più lunghe saranno costruiti dei tralicci di biberonaggio per la ricarica intermedia.

Partner