casa editrice la fiaccola


Flixbus ferma l’elettrico di BydDopo un anno e tre mesi di servizio sulla tratta Mannheim-Francoforte


Dopo un anno e tre mesi di servizio sperimentale sulla tratta Mannheim-Francoforte (Germania), Flixbus ha deciso di fermare una volta per tutte il primo autobus di linea elettrico a batteria, nel caso il C9 della cinese Byd, per rimpiazzarlo con dei tradizionali diesel.
“Troppi i problemi tecnici riscontrati sul C9 derivanti dalle batterie ed ai guasti dell’autobus stesso, a cui si aggiunge anche una mancanza di una vera assistenza da parte del costruttore stesso” fanno sapere dalla Germania. Sono stati diversi i guasti riscontrati in servizio lungo il percorso, con fermi macchina della durata anche di diversi giorni e la conseguente soppressione delle corse in elettrico sostituite da veicoli diesel.

(descrizione)

Il C9 elettrico doveva garantire quattro collegamenti giornalieri, tra Mannheim e l’aeroporto di Francoforte passando per Heidelberg e Francoforte città, un percorso di soli 115 chilometri a tratta con un bus di cui il costruttore aveva promesso un’autonomia di 320 chilometri in esercizio.
Due le stazioni di ricarica appositamente costruite, presso l’aeroporto di Francoforte e al capolinea di Mannheim in collaborazione con le municipalità delle due città, con – a seconda delle condizioni meteo - due biberonaggi durante il giorno e una ricarica completa lenta durante la notte.
Al momento del lancio, nell’ottobre 2018, il nostro voleva essere un chiaro segnale che è possibile impiegare dei bus a trazione alternativa al diesel su medie/lunghe distanze, oltre che a lanciare un messaggio ai costruttori europei verso lo sviluppo di prodotti in tale direzione” ha affermato il direttore di Flixbus, Fabian Stenger.
Ma non tutte le ciambelle riescono col buco.

Partner